Verniciatura del ferro

 

IMPIANTO DI TRATTAMENTO E VERNICIATURA DEL FERRO

La verniciatura del ferro viene effettuata su un moderno impianto di verniciatura a polveri, integrato con una granigliatrice automatica, in grado di trattare in continuo pannelli, profilati e semilavorati in genere con ingombro massimo pari a 0,5 x 2,5 x 7,0 m.

La flessibilità del processo consente una lavorazione ottimale di tutte le tipologie di materiale ferroso (nero, zincato a caldo, elettrozincato).

La qualità della superficie è un fattore determinante per la perfetta riuscita della finitura finale. Per tale motivo il trattamento chimico viene, all’occorrenza, preceduto da un trattamento meccanico della superficie da verniciare effettuato mediante una granigliatrice automatica a dodici turbine, in grado di rimuovere i residui di saldatura e le impurità (calamina, ruggine) presenti sul pezzo.

Il successivo passaggio in un tunnel a spruzzo a cinque stadi, in cui i manufatti vengono, sgrassati, decapati e passivati, e in un forno di asciugatura, completa la preparazione del pezzo alla fase di verniciatura.

L’impianto è inoltre equipaggiato, prima della cabina di finitura finale, di una cabina per l’applicazione, a richiesta, di un primer zincante in polvere in grado di fornire, sul ferro nero, una ulteriore protezione alla corrosione.

La fase finale prevede il passaggio dei manufatti nel forno di cottura, a circa 185 °C, dove avviene la fusione e la polimerizzazione delle vernici in polvere.

Per una maggiore protezione di manufatti sottoposti a severa esposizione ad agenti aggressivi è possibile effettuare l’applicazione di specifiche polveri termoplastiche ad alto spessore.